xl_Dudu_SilvioLa democrazia funziona se le regole sono chiare. Più opache sono, più cresce il potere discrezionale. Più ampia è la discrezionalità, meno effettivo il controllo. Meno effettivo è il controllo, più inefficace la regola.

In Gran Bretagna il sistema di voto per i Commons è spiegato in 10 righe. Ed è spiegato agli elettori, non ai giuristi. L’elettore mette una X accanto al nome del candidato preferito – uno per partito. In Uk, in genere, non più di 4.

Collegi piccolissimi, un candidato per partito. Chi lo sceglie il candidato? Il partito – va da sé.

Il candidato che arriva primo, anche per un solo voto in più, vince. Basta anche un solo voto in più del secondo, sottolineo. Non è proporzionale, non lo è per niente, ma è chiaro.

I partiti nel sistema britannico hanno interesse a presentare il candidato migliore, gli elettori a premiarlo a dispetto del partito,

Un sistema così lo capirebbe anche Dudù.

L’Italicum che sarà approvato in Parlamento entro la fine di gennaio garantisce al vincitore una maggioranza sicura, quindi un governo auspicabilmente decidente. Qui il testo della bozza di legge_elettorale.

Il modello Renzi-Berlusconi-Alfano, tuttavia, esclude che l’elettore possa anche comprendere come il suo voto abbia modo di determinare tutto ciò. Ed è questo il cruccio: non ce la si farà a spiegarlo al quadrupede.

@kuliscioff

Pin It on Pinterest

Share This