Schermata 2016-01-13 alle 12.14.18Una conversazione è uno scambio mutualmente vantaggioso di informazioni e conseguenti chiavi di interpretazione. Segue regole logiche precise e mischiare le carte non fa parte delle regole. Conversare, ad esempio, non contempla l’attacco personale all’interlocutore, ma solo l’offensiva razionale ai suoi argomenti. Sui social network – è acclarato – non si conversa. Abbiamo la prova.

Conversare è bello, è la sublimazione dell’essere umano che può ragionare, creare pensiero, applicare la logica per generarne di nuova. Impariamole, ste regole. Esercitiamoci ad usarle nel nostro ciarlare quotidiano sui social. Poi facciamo un bilancio e verifichiamo se non sia meglio ingaggiare conversazioni che abbiano la capacità di produrre arricchimento reciproco invece di ridursi a gare di luogo-comunismi, spostamenti schizofrenici di piani logici e reazioni uterine verso qualunque cenno di dissenso fattuale. O peggio, al sospetto che l’nterlocutore non sia uno dei tuoi dunque sia uno degli altri.

Sarebbe divertente oltretutto vedere i Renzi, Salvini, i grillini vari doversi attenere alle regole della correttezza logica, e basta!

#buonipropositi #twitter #socialmedia

@kuliscioff

Pin It on Pinterest

Share This