napolitanoSono stata orgogliosa di me, di mia madre, di Blair, di Matteo Renzi quando ha perso, di Barney Panofski, di alcune mie amiche, in determinati momenti, di alcuni miei amici, pure di loro lo sono stata. Del mio cane, ovvio. Ma mai del mio paese, della politica del mio paese, della storia del mio paese e delle lezioni che, di quella storia, non c’è verso di fargli imparare. Il patriottismo, ma che roba é?

E poi ti vedi questo signore, anziano serio, e l’abbiamo visto tutti di cosa è stato capace. M’ha emozionato, m’ha inorgoglito, m’ha motivato e dato – oddio lo dico – speranza.

Ho sbrigativamente liquidato l’entusiasmo di @nomfup che l’aveva detto subito #ilpresidentiditutti o #ilmiopresidente, je me ne souviens pas. Ma c’avevi ragione tu, Filippo. E sono contenta, davvero contenta, che sia così.

 

Pin It on Pinterest

Share This