IMG_0306C’è stata una tromba d’aria a Roma, domenica pomeriggio. Sulla mia testa, zona Nomentana. M’ha scoperchiato il tetto del palazzo, portandosi via l’abbaino del bagno (foto) della mansardina-soffitta in cui dimoro.

Nei dieci secondi in cui, in questa domenica pomeriggio, il cielo virava dal giallo-sole da 39 gradi all’ombra al nero dell’apocalisse, io mi ero già fiondata sulla terrazza condominiale a raccogliere i panni della lavatrice stesa venti minuti prima. Quando arrivo in terrazza, i panni son già tutti disseminati ovunque fuorché sui fili. E mentre comincio a raccattare il primo lenzuolo, mi passano sopra pezzi di tetto con le antenne e le finestre appiccicate.

A sto punto, non c’è veramente più alcun motivo per fidarsi dell’Italia, se manco il meteo tiene più.

@kuliscioff

Pin It on Pinterest

Share This