images-3Ha ragione Ed Miliband, che dice che il capitalismo è responsabile se paga le tasse nel paese dove fa profitti, o ha ragione Eric Schimdt, l’ad di Google, che sceglie di domiciliare fiscalmente l’azienda nel paese che gli fa pagare di meno?

Le tasse non sono una cosa bellissima, spesso sono una cosa inefficiente e talvolta nociva, anche quando lo scopo è teoricamente giusto. Si prenda l’Imu – al netto di cosa fa più politicamente fico dire. È ragionevole una tassa sui costi connessi ai benefici di residenza. Non è ragionevole quando quei benefici non ci sono, o sono già altrimenti tassati, o non sono goduti da chi è invece costretto a pagarli lo stesso. E non è ragionevole, una tassa come l’Imu, quando poi la sua applicazione determina il risultato opposto a quello voluto.

Continua su Leopolda, il superblog di Europa.

Pin It on Pinterest

Share This