Il mio MacBook da qualche tempo sta male. Parte lentissimo, si spegne lentissimo…perché? Me lo son chiesta e mi son risposta boh. L’ho chiesto ad un collega che di queste cose ne sa, e mi dice di resettare tutto. Formattare, o come cacchio si dice, vuol dire però che mi perdo i programmi caricati dans l’entre-temps. Bel casino.

Intanto poi mi muore Steve. Ed io adesso non so davvero più cosa pensare del mio Mac. Che abbia una vita sua, l’ho sempre saputo. Che desse emozioni, brevi ma da paura, pure. Questo qui però ora mi sta comunicando qualcosa, e io non la capisco. C’ha un anima? Eccerto: c’ha un’anima.

Ps
Questo post è una presa per il culo – deliberata – di quelli che si sono sentiti in dovere di rendere omaggio a quel gran personaggio di Steve Jobs mettendosi la fotina del guru sul profilo Facebook, o la mela morsicata coi lacrimoni ideata dal guru, su quello Twitter, o di riportare ad nauseam ‘la citazione’ dal guru. Quello diceva ‘Be Hungry & Foolish‘. Cioé sostanzialmente il contrario della ‘sicurezza’ rivendicata dai nostri gggiovani. Quelli vogliono il lavoro ‘sicuro’, l’aiuto di Stato ‘sicuro’, il diritto ‘sicuro’ a non dover mai essere costretti a mettersi in gioco, a concorrere nel mercato libero, ad esempio. Dunque, a costoro, mi viene proprio spontaneo sbeffeggiarli un po’. Mi sapessero almeno dare una soluzione non traumatica per far tornare in forma il mio Mac….

Pin It on Pinterest

Share This