Un super euro-governo economico: è questo che ci vuole ora secondo Merkel e Sarkozy. Ora, non prima quando invece i due l’Europa avevano la propensione a fossilizzarla in un coacervo di parassitari nazionalismi. La Germania che col cazzo che si buttano soldi in quella landa di terroni che è la Grecia ma che poi, di soldi, ci costringe tutti a metterne un fracco di più. Inutilmente, oltretutto. E la Francia? Allora Sarkozy era quello che i suoi Rom se ne devono andare a cagare nel resto del Continente mentre i profughi africani se li deve smazzare l’Italia e sti cazzi.

Ora, che razza di super-governo economico è una roba che si riunisce due volte l’anno, che prende ordini dai capi di governo (esattamente come avviene ora con il Consiglio), che non ha la minima legittimazione né la più remota responsabilità politica? Ecco, una roba così non è assolutamente nulla, se non una boutade post-sbornia ferragostana.

Il ritorno in vita (anche economico) dell’Europa si chiama governo politico, che poi significa archiviare la miopia nazional-superomista che ha reso gli stati (ed il non-super-stato europeo) ostaggio dell’anarchia finanziaria di cui ora tutti si dolgono.

Pin It on Pinterest

Share This