Tax_evasion_Tax_Fraud-300x300La mia padrona di casa evadeva. Nel senso che aveva registrato il contratto d’affitto per un importo inferiore a quello realmente percepito. Non ci ho riflettuto sù abbastanza, all’inizio. Poi, la luce: vado al sindacato inquilini. E quelli mi spiegano che, in virtù della legge sulla cedolare secca, varata dall’ultimo governo Berlusconi, ed in vigore da un paio d’annetti, avrei potuto denunciare l’affittuario evasore, dimostrando l’evasione prove alla mano, ed ottenere il diritto di di avere l’appartamento, per l’intera durata legale del contratto, cioé 4 +4, ad canone pari alla rendita catastale. Per la mia mansardina romana. valore di mercato 800 euro, la rendita catastale è 65 euro. Avrei potuto avere per otto un appartamento nel semicentro a Roma per 65 euro al mese, se avessi denunciato l’affittuaria all’Agenzia delle Entrate.

Non l’ho fatto. Ho voluto darle una seconda chance. Cioé chiudere il pregresso, fare un nuovo contratto dell’importo corrispondente al canone effettivamente percepito. La cosa va a buon fine: facciamo un nuovo contratto, importo 650 euro, contro gli 800 abusivi di prima. Avrei potuto aver diritto a restare per 65 euro al mese – incredibile. Ho avuto misericordia. E fiducia. Ah, la padrona di casa è un agente immobiliare, nonché multi-proprietaria di immobili, a Roma. 

Poi oggi, dall’inquilina dirimpettaia che ha preso in affitto la mansardina gemella apprendo che la padrona di casa anche con lei ha fatto come con me, sebbene la vicina l’appartamento l’abbia affittato dopo il mio misericordioso caso. Cioé, anche con la mia vicina ha registrato un contratto con un importo inferiore al reale, a lei però ha chiesto ed ottenuto di avere la differenza cash.

Ti rode quando succede questo, che tu non li denunci ma che invece poi capisci che se lo meritano. Ma che pure, non denuncia nessuno, o troppo pochi. Eppure, contrariamente al solito, stavolta denunciare conviene

Per renderlo ancora più conveniente; per renderlo conveniente in maniera definitiva, bisogna far scaricare l’affitto dalle tasse. Ma questo è un tema sul quale immagino Enrico Letta abbia avuto modo di pensare a lungo, nella sua decennale carriera di think tanker. Vediamo se gli è rimasto qualcosa. Se no, certo, Matteo Renzi.

 

 

Pin It on Pinterest

Share This