compostelaMi auguro il peggio. Così si può solo migliorare. Ricominciare a pensare progettare immaginare cose anche un po’ così. E a volte persino scoprire che quel peggio in realtà è la via d’uscita, la soluzione.

Capita di ritrovarsi a un certo punto nel nulla, soli, immersi in un cataclisma sistemico che travolge affetti, certezze, cose troppo sopra di noi. E che pure si continui a camminare, seguire una strada che si sa giusta, sebbene sempre più ostile, minacciosa, solitaria. Sempre meno giusta. E il dubbio viene che si sia sbagliato tutto, che nulla resti se non fermarsi, smettere di camminare, di girare in tondo, di vedere il peggio diventare peggiore. Ti vien voglia di fermarti. Non ti fermi ma rallenti. E poi trovi una freccia.

Ho il peggiorissimo dei propositi quest’anno.

@kuliscioff

 

Pin It on Pinterest

Share This